top of page
  • Immagine del redattoreFarmacia Giglioli

Dermatite seborroica: cause e rimedi


Dermatite seborroica

Cos'è?

La dermatite seborroica è una malattia infiammatoria della pelle che colpisce prevalentemente cuoio capelluto e volto e può presentarsi ad ogni età, anche se le fasce più colpite sono i neonati durante i primi 3 mesi di vita e gli adulti fra i 30 e i 60 anni. La dermatite seborroica ha generalmente un andamento cronico-recidivante, con riacutizzazioni che spesso si verificano in seguito a stress psico-fisico, abuso di alcol, dieta sregolata e durante il passaggio da una stagione all’altra; infatti la dermatite seborroica, di solito peggiora con il freddo e migliora d'estate, con l'esposizione solare, poiché i raggi ultravioletti stimolano le naturali difese della pelle.

Altri fattori di rischio sono costituiti da:

-Immunodepressione;

-Malattie neurologiche croniche, come la malattia di Parkinson -Privazione di sonno;

-Disfunzioni ormonali;

-Carenza di biotina (vitamina B8) e piridossina (vitamina B6)


Questa infiammazione è dovuta alla moltiplicazione troppo rapida delle cellule della pelle e da un'elevata attività delle ghiandole sebacee.

I sintomi tipici della dermatite seborroica insorgono gradualmente e prevedono, nelle forme lievi, la formazione e il distacco dalla cute di squame di colore bianco- giallastro che, se compaiono nella zona del cuoio capelluto, vengono definite forfora, la cui manifestazione è accompagnata solitamente da irritazione della pelle che apparirà quindi arrosata, prurito, bruciore di intensità variabile e secchezza intensa.


La disidratazione può avere conseguenze serie sulla tua salute. In primo luogo, può influenzare negativamente la tua funzione cognitiva e la concentrazione, il che è particolarmente importante se stai lavorando o studiando durante l'estate. In secondo luogo, può mettere a dura prova il tuo sistema cardiovascolare, poiché il sangue diventa più denso quando il corpo è disidratato, aumentando il rischio di ipertensione. Inoltre, la pelle può perdere la sua lucentezza naturale e diventare secca e pruriginosa.


Nei casi più gravi invece compaiono papule squamose di colore rosso-giallastro all'inserzione dei capelli ed inoltre può essere presente una blefarite caratterizzata da irritazione congiuntivale e croste gialle secche.


Le Cause

Le cause della dermatite seborroica sono ancora in parte da chiarire ma sembra sia dovuta a una serie di fattori ambientali, genetici, endocrini ed alimentari. Nello specifico sembra che la desquamazione sia provocata da una proliferazione eccessiva dei lieviti del genere Malassezia, abitualmente presenti sulla cute, che, in determinati individui predisposti, possono rappresentare la causa scatenante di questa infiammazione.

Per la dermatite seborroica non esiste una cura definitiva, ma è possibile migliorarla seguendo un trattamento con prodotti specifici a base di sostanze ad azione antiseborroica ed antimicotica. Nei neonati la dermatite seborroica si presenta sotto forma di crosta lattea chiamata così perché insorge nelle prime settimane di vita. Spesso le mamme e i papà sono tentati di rimuoverla o lavarla con acqua e detergenti che potrebbero rivelarsi però troppo aggressivi, allora è necessario utilizzare un detergente adatto delicato e lenitivo ad elevata tollerabilità cutanea: senza profumi, senza conservanti, senza tensioattivi. Per detergere il cuoio capelluto ci si può affidare ad un olio-shampoo bifasico che rispetti il film idrolipidico del neonato. Questo prodotto è costituito da una fase lipidica da applicare per prima che ha un’azione ammorbidente e emoliente e da una schiumogena che serve a detergere successivamente. Poi è importante anche spazzolare delicatamente la testa del bambino rimuovendo le croste quando sono più morbide.


Quando invece si affronta questo disturbo in età adulta è fondamentale utilizzare prodotti che contrastano la riproduzione della Malassezia e la desquamazione, fra i più usati ci sono shampoo che hanno azione antimicotica e seboregolatrice a base di ketoconazolo o solfuro di selenio. Questi prodotti vanno utilizzati con maggiore frequenza quando la sintomatologia è particolarmente severa e dunque alternati nei periodi di remissione a shampoo delicati adeguati ai lavaggi frequenti. Importante anche evitare di lavare i capelli tutti i giorni infatti una detergenza eccessiva può aggredire la pelle creando un effetto rebound con aumento di desquamazione e prurito.

Non grattarsi: molto difficile, ma ancora più importante e anche la dieta è fondamentale! Infatti è preferibile evitare gli alimenti ricchi di grassi saturi e zuccheri perché potrebbero contribuire a peggiorare il problema.




30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page