top of page
  • Immagine del redattoreFarmacia Giglioli

Prepara la tua pelle al sole


Acne da mascherina: i rimedi al fastidioso problema.
Maskne
Abbronzatura: COME PREPARARSI AL MEGLIO

Quando si pensa all’estate, l’associazione sole-abbronzatura è il binomio perfetto! L’ abbronzatura è determinata da un pigmento, la melanina, la cui funzione è quella di proteggere la pelle dall’azione dannosa dei raggi UV. Essa forma, infatti, uno schermo protettivo che riesce ad agire come filtro assorbendo i raggi solari e respingendo le radiazioni, ma può anche neutralizzare la produzione di radicali liberi, prevenendo malattie degenerative ed invecchiamento cutaneo.


La melanina è prodotta da cellule chiamate melanociti, il cui numero può variare a seconda del luogo di provenienza, ridursi con l’avanzare dell’età ed essere inferiore nei bambini. La quantità di melanina è diversa in base al fototipo di pelle: il fototipo è una classificazione dermatologica che suddivide le persone in base alla quantità di melanina presente nella pelle. La dermatologia distingue 6 tipi di fototipo, che vengono stabiliti dal colore della pelle, occhi e capelli. Ad esempio, le persone molto chiare (F 1) hanno una produzione di melanina molto scarsa mentre le persone con una carnagione olivastra (F 4) producono una maggiore quantità di melanina. Ciò non significa chi ha una carnagione scura non debba proteggersi dal sole, in quanto una possibile reazione cutanea è influenzata anche dalla quantità di raggi UV assorbita.


SOLE: BENEFICI E RISCHI.

Le radiazioni solari favoriscono la sintesi di vitamina D, indispensabile per la salute delle ossa e lo sviluppo dello scheletro, e per i benefici sul sistema immunitario; il sole stimola anche il rilascio di neurotrasmettitori, come serotonina e dopamina, i quali regolano il ritmo del sonno e favoriscono il buonumore. Inoltre una moderata esposizione solare agisce migliorando alcune malattie cutanee come acne, eczema, dermatite seborroica e psoriasi. Non mancano però gli effetti collaterali causati da un’eccessiva e scorretta esposizione solare, dai più comuni ed acuti (come eritemi, scottature, reazioni di fotosensibilità, insolazione) ai cronici (come invecchiamento precoce e aumentato rischio di sviluppare tumori della pelle).


ABBRONZATURA: DUNQUE COME PREPARARSI AL MEGLIO?

Per preparare la pelle all’esposizione solare è importante l’azione combinata di alimenti, integratori e cosmetici che aumentino e stimolino la produzione di melanina.

Alimenti: i protagonisti che garantiscono un’abbronzatura perfetta ed una pelle protetta sono frutta e verdure nelle sfumature di arancione, rosso e giallo, insieme a frutta secca, oli vegetali ed ovviamente acqua. Nella nostra alimentazione vanno perciò inseriti:

  • Carote, radicchio, albicocche, pesche, melone giallo e lattuga, ricchi di β-carotene, precursore della vit. A, la quale stimola la sintesi di melanina e collagene;

  • Spinaci e ciliegie, fonte di luteina per proteggere la retina dalle radiazioni solari nocive;

  • Pomodori e anguria, ricchi di licopene, un forte antiossidante contro l’invecchiamento;

  • Peperoni rossi e gialli, fonti di β-carotene e vit. C, la quale ci protegge dalla foto-ossidazione;

  • Salmone, fonte di astaxantina, appartenente alla famiglia dei β-carotenoidi e omega 3, i quali bloccano lo stress ossidativo;

  • Mandorle e E.V.O., fonti di vit. E.

Gli integratori da scegliere sono quelli a base di vitamine A, E, C, zinco, selenio, licopene, beta-carotene e tirosina (precursore della melanina), flavonoidi e acido lipoico.

Cosmetici: si tratta di cosmetici conosciuti anche come pre-sun, in grado di attivare o intensificare la produzione di melanina. Un ulteriore approccio prevede anche l’idratazione e l’esfoliazione cutanea, che preparano la pelle all’esposizione solare:

  • Idratazione, con acido Ialuronico e vit. C per preservare l’acqua presente sulla superficie cutanea, mantenendola così compatta e luminosa, prevenendo la secchezza e l’invecchiamento.

  • Esfoliazione, con scrub e gommage per favorire l’eliminazione di cellule morte, soprattutto nelle zone dove la pelle risulta più ruvida e secca (gomiti, ginocchia e talloni).

Il nostro corpo è pronto ad affrontare l’estate, che sia al mare, in montagna o in città.. e la nostra pelle risulterà più nutrita e bella mantenendo a lungo l’abbronzatura.

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page