top of page
  • Immagine del redattoreFarmacia Giglioli

Caduta stagionale dei capelli: Trattamento e prevenzione.


Acne da mascherina: i rimedi al fastidioso problema.
Caduta stagionale dei capelli: Trattamento e prevenzione.
Per i capelli l’autunno è la stagione della caduta e le cause sono principalmente di natura fisiologica

La variazione del clima dovuto al cambio di stagione e la diminuzione delle ore di luce, inducono molto spesso modificazioni ormonali responsabili dell’indebolimento e della caduta dei capelli. Inoltre, con l’arrivo dell’autunno, i capelli risentono molto dello stress subito in estate in cui i raggi solari e il sudore aggrediscono i bulbi piliferi con conseguente indebolimento e assottigliamento del fusto. Comunque l’aspetto e la salute del capello sono influenzati anche dallo stile di vita e dalla cura che riserviamo alla nostra capigliatura.

Il ciclo di vita del capello comprende 4 fasi:

  1. ANAGEN: è la fase della crescita che dura all’incirca due anni

  2. CATAGEN: è la fase involutiva in cui il follicolo è a riposo e la crescita del capello si arresta.

  3. TELOGEN: in questa fase il capello rimane ancorato al follicolo e appare debole e devitalizzato.

  4. EXOGEN: in questa fase si ha il distacco del capello dal follicolo con conseguente caduta.

Oltre alla caduta stagionale tipica dell’autunno, altri fattori possono provocare l’indebolimento e la caduta dei capelli quali la predisposizione genetica, la risposta dell’organismo agli ormoni, l’afflusso di sangue al cuoio capelluto, le diete drastiche che causano carenze di micronutrienti necessari alla crescita del capello (in particolare di ferro), lo stress e l’utilizzo di alcuni farmaci.


Tutti questi fattori provocano un incremento dei capelli in fase Telogen in cui il follicolo entrando in riposo interrompe la propria attività e la caduta diviene più abbondante.

Gli integratori, uniti ad un trattamento d’urto locale (shampoo e lozioni anticaduta), rappresentano un valido aiuto contro l’indebolimento e la caduta dei capelli.

Poiché la fibra capillare è costituita principalmente da cheratina, una proteina ricca di amminoacidi solforati, per contrastare la caduta è molto importante assumere integratori contenenti amminoacidi quali metionina, cisteina, taurina e arginina.

Contro la caduta stagionale risultano molto utili anche integratori a base di vitamine, antiossidanti e minerali: la vitamina B5, conosciuta anche come acido pantotenico, la vitamina B6, la biotina, l’acido folico, lo zinco, il ferro e il rame svolgono un ruolo importante nel nutrimento dei bulbi con conseguente effetto ristrutturante del capello.


Anche la vitamina A ha proprietà benefiche per il capello, perché lo nutre e ne previene così l’invecchiamento. Infatti una carenza di vitamina A può provocare forfora e capelli secchi.

La vitamina C contrasta il processo di caduta, in quanto favorisce l’assorbimento del ferro minerale fondamentale per la salute dei capelli; inoltre la vitamina C, con la sua azione antiossidante interviene nei meccanismi di risposta allo stress ed è essenziale per la sintesi del collagene componente molto importante della fibra capillare. Anche gli acidi grassi Omega 3-6-9 svolgono un’azione rinforzante del capello. Tra questi molto importante è l’acido gamma linolenico, che si ritrova in abbondanza negli oli vegetali quali borragine, enotera e ribes nero.


L’effetto benefico degli acidi grassi essenziali sui capelli, è dovuto principalmente all’ azione antinfiammatoria che svolgono sul cuoio capelluto.

Se la caduta dei capelli è correlata invece a cause ormonali come ad esempio il calo di estrogeni nella menopausa, è utile assumere integratori a base di isoflavoni di soia per la loro struttura molto simile a quella estrogenica.

Nell’alopecia androgenetica, in cui si ha invece un’eccessiva sensibilità all’azione degli ormoni maschili (ormoni androgeni) l’estratto di Serenoa Repens aiuta a contrastare la caduta progressiva dei capelli.


*Per ottimizzare l’azione degli integratori sulla caduta e sulla salute del capello è necessario assumerli per almeno tre mesi consecutivi seguiti da due mesi di interruzione.


Infine per prevenire l’indebolimento e il conseguente aumento della caduta dei capelli è molto importante seguire uno stile di vita corretto che comprenda un’alimentazione equilibrata per avere un apporto adeguato di tutti i nutrienti, una regolare attività fisica che consente di migliorare l’ossigenazione dell’organismo e quindi anche quella, dei tessuti, evitare il fumo e ridurre i fattori di stress.



Comments


bottom of page