top of page
  • Immagine del redattoreFarmacia Giglioli

È l'ora del bagnetto!


Acne da mascherina: i rimedi al fastidioso problema.
I primi bagnetti sono un'esperienza importante! Segui i nostri consigli
L'importanza del bagnetto

Il bagnetto del neonato, non ha solo la funzione di garantire l’igiene del piccolo, ma rappresenta anche un importante momento di benessere e di relazione sia per lui che per i genitori. È importante che venga fatto con calma e con cura in un momento adeguato della giornata, evitando le distrazioni.

I neonati non devono fare il bagno con la stessa frequenza dei bambini più grandicelli, nei primi mesi troppi bagni possono infatti danneggiare le loro pelli delicate. Solitamente, fino al distacco del cordone ombelicale, al posto del bagnetto si possono effettuare delle spugnatura, lavando i piccoli su un fasciatoio semplicemente con una spugnetta, come quelle di spugna marina naturale, imbevuta di acqua tiepida. Per l'igiene quotidiana, oltre all'acqua, può essere utile anche un dischetto o un batuffolo di cotone con un un olio detergente apposito, o anche semplice olio di mandorle, cosí da pulire bene le pieghe cutanee: sotto le ascelle, dietro le orecchie e gli spazi fra le dita di mani e piedi.

Non esistono delle vere regole valide per tutti i piccolini ma è importante osservare una serie di piccoli accorgimenti che possono aumentare il benessere del neonato durante questo momento così intimo e speciale.

Consigli e accorgimenti

La temperatura dell’acqua per il bagnetto dovrebbe essere di circa 37° C e può essere misurata con termometri appositi oppure facendo semplicemente la “prova del gomito”, come ci hanno insegnato le nostre nonne. Altrettanto importante è la temperatura ambientale, che deve essere intorno ai 25° C, per evitare brusche escursioni termiche.

È importante che tutto l'occorrente, sia stato preparato prima di iniziare a detergere il neonato e si consiglia di riempire la vaschetta del bagnetto versando prima l’acqua fredda e poi quella calda al fine di evitare ustioni accidentali. Una volta ottenuta la temperatura giusta, possiamo aggiungere il sapone o l’olio bagno e infine immergere il bambino.

I prodotti per il bagnetto devono essere prodotti specifici per i neonati e non devono contenere sostanze allergizzanti o essere troppo aggressivi. Per questo motivo è meglio utilizzare detergenti oleosi al posto di quelli schiumogeni. Inoltre nei primi giorni è sufficiente e più comodo utilizzare un unico detergente apposito per corpo e capelli.

Durante il bagnetto il neonato va tenuto seduto o semisdraiato, con la testa appoggiata all’avambraccio del genitore, che lo sorregge sotto l’ascella con la propria mano, così da avere una presa sicura.

Si inizia massaggiando la testa e poi si passa al lavaggio del viso e del corpo. Nel caso delle bimbe è importante lavare i genitali iniziando dalla zona anteriore e procedendo poi verso il sederino, così da evitare la contaminazioni.

La durata del bagnetto dipende dal piccolo: se il neonato ama stare in acqua il bagnetto può durare anche qualche minuto in più; se invece piange o sembra infastidito è meglio svolgere il tutto in tempi brevi, ma senza fretta e agitazione.

Per la prima immersione o per i neonati che piangono molto quando entrano in acqua, possono essere fasciati in un telino e immersi così. Con delicatezza, sarà poi possibile togliere il telo e far godere al piccolo l'acqua del bagnetto.

Un'altra domanda che tormenta le mamme è: "si può fare anche dopo la poppata?" La risposta è: assolutamente sì! Il bagnetto dopo mangiato non comporta alcun pericolo per i neonati.

La giustra frequenza

Per quanto riguarda la frequenza del bagnetto c’è molta libertà di scelta: può essere fatto tutti i giorni o due/tre volte la settimana, ma nei primi mesi può essere sufficiente anche solo una volta a settimana. Soprattutto se, come detto prima, il bambino vive il bagnetto come un momento di tensione, si può diradare la frequenza, detergendo il piccolo tutti i giorni in modo adeguato ma limitando la fase di immersione.


Alla fine del bagnetto il neonato va avvolto in un telo di spugna per l’asciugatura. Mentre si tampona delicatamente la pelle, è bene fare attenzione alle pieghe, che vanno asciugate bene per evitare irritazioni. Una volta terminato concedetevi un bel massaggio neonatale con un olio naturale, così da terminare questo momento in tutto relax! Buon bagnetto!



11 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page